Per chi deve assicurarsi ogni anno la scorta di legna da ardere per l’inverno, si sà, il lavoro non finisce mai! La legna va approvvigionata, trasportata, tagliata e lasciata essiccare, secondo i tempi e i metodi adatti a produrre un ottimo legname da ardere. Generalmente, chi in casa adotta una tipologia di riscaldamento a combustibile solido legnatico, necessita di grandi quantitativi di materiale ricavato da piante di vario genere ed a pezzi di dimensioni variabili. Si va dai grossi ciocchi di legname pesante agli elementi sezionati a lunghezza metrica, adatti per le tradizionali stubi e per le caldaie a legna. Si hanno poi gli spicchi ricavati dal taglio concentrico delle sezioni dei tronchi, impiegati per semplici stufe e dispositivi di taglia minore. Fino alla legna più minuta ottenuta dal taglio e deramificazione degli arbusti di piccolo tronco o dai rami delle grosse piante abbattute. Anche la tipologia di legname da bruciare è diversa e va sempre assortita per assicurare un corretto funzionamento dei dispositivi ed un’ottima resa.

La legna da ardere

Chi è abituato a questa attività, sa bene che il legname da ardere ha bisogno di grandi spazi per essere raccolto, di ambienti coperti, arieggiati e salubri. La legna va accatastata secondo la natura del legname, la dimensione degli elementi ed i tempi stimati per la seccatura. Ogni catasta va realizzata secondo principi di stabilità e solidità, che garantiscano facile accesso ed agevole estrazione degli elementi. Ecco perchè diventa importante possedere una legnaia per favorire il deposito del materiale da ardere e la sua protezione. Oltre che di contenimento, la legnaia ha funzioni di ottimizzazione dello spazio, permettendo l’organizzazione e la gestione del legname secondo i criteri sopra descritti.

Costruire una legnaia con la motosega.

Se vi destreggiate egregiamente nell’uso della motosega ed oramai avete acquisito una certa manualità nello svolgimento delle pratiche ad essa correlate, allora potete pensare al suo utilizzo per la realizzazione di qualcosa di diverso dal tradizionale lavoro di abbattimento e taglio della legna. Costruire una legnaia per l’inverno potrebbe essere un ottimo progetto per cominciare. Basta una motosega di cilindrata media (40-60cc) dotata di una lama guida di lunghezza compresa tra i 35 ed i 55 cm e con la dovuta accortezza potrete ottenere soddisfacenti risultati. Il legno di abete o di larice è quello più adatto per le lavorazioni a motosega ed anche quello più robusto sia in termini strutturali che di resistenza agli agenti atmosferici. Occorre focalizzare bene il tipo di struttura da ideare: vogliamo realizzare una legnaia in appoggio ad una costruzione già esistente oppure una legnaia isolata, su quattro lati, da posizionare al centro del cortile? Ci basta una legnaia su pilastri, aperta sui lati, o una struttura chiusa con tanto di porta d’ingresso? Preferiamo una legnaia con copertura inclinata o piana? Ovviamente ciò che si andrà a realizzare con la motosega saranno tutti quegli elementi con funzione strutturale portante, quali pilastri dell’involucro, puntoni della copertura ed eventuali correnti e correntine con o meno azione strutturale.

Come usare la motosega:

L’uso della motosega può farsi anche per il taglio dei tronchi da usarsi poi per la produzione della scandola che andrà a formare il manto di copertura. Si devono decidere fin da principio le dimensioni della legnaia e le sue altezze in modo tale da conoscere già in fase di abbattimento del legname, le lunghezze ricercate per i tronchi. La scelta delle piante è molto importante perché è correlata alla sezione degli elementi strutturali che vogliamo ottenere. Inoltre i tronchi devono essere dritti, privi di nodi ed ovviamente deramificati. La sezione può essere lasciata sferica e quindi gli elementi posti in opera direttamente, oppure i tronchi si possono squadrare per ottenere delle travi di sezioni rettangolare. Le operazioni di squadratura del legname a mezzo di motosega sono quelle che richiedono la maggior precisione ed abilità e quelle che comportano il dispendio più grande di tempo e fatiche. Preparare la legnaia per l’inverno con la motosega, alla fine, vi avrà fatto risparmiare in termini economici, regalandovi molta soddisfazione!
Per scoprire altri dettagli e modelli clicca qui: www.motosegatop.com

Related Posts

Calzature antinfortunistiche – indispensabili per la tua sicurezza durante il giardinaggio

Potatura della lavanda. Tecniche e periodi

Come eliminare le erbacce del giardino col decespugliatore

Trucchi e consigli per curare il tuo prato verde

Comments

Reply comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *